L’esperimento dei genitori che fecero crescere il figlio con uno scimpanzé

Negli anni ’30 due psicologi allevarono uno scimpanzé insieme al figlio, per capire se avrebbe assunto il comportamento umano. L’esperimento terminò quando, al contrario, fu il bambino ad iniziare a comportarsi come uno scimpanzé.

Due scienziati, marito e moglie, per quasi un anno, hanno allevato il loro figlio, insieme con un piccolo scimpanzé. Lo scienziato Winthrop N. Kellogg, nel 1931, aveva ricevuto la tanta attesa sovvenzione per il suo esperimento. Il calendario non poteva essere migliore, la moglie, Luella A. Kellogg (anche lei scienziata), da pochi mesi aveva partorito il loro figlio Donald.

La nascita del bambino dava l’opportunità ai coniugi scienziati, di condurre l’esperimento sulla comparazione del test del quoziente d’intelligenza tra bambini e giovani scimmie. Lo potevano verificare, allevando il loro bambino insieme con un piccolo scimpanzé di nome Gua. Winthrop N. Kellogg e la moglie, per quasi un anno, hanno preso appunti dettagliati sui loro due “bambini”: cambiamenti fisici, emozioni e, soprattutto, test specifici d’intelligenza.


Il test:

In sintesi, questi i risultati dell’esperimento:

Gua, per una più veloce maturazione della specie, ha superato Donald in diversi test d’intelligenza.

Lievi differenze sono emerse nel riconoscimento delle persone:

– Gua, li riconosce dai vestiti e dall’odore;

– Donald, riconosce le persone dai loro volti.

La prova che ha marcato nettamente la differenza, è stata quella del linguaggio.

Donald aveva circa 16 mesi, Gua aveva più di un anno, quando è stato fatto il test:

– Gua, non è in grado di parlare;

– Donald, può articolare le frasi.


La scimmia si dimostrò essere in grado di assumere comportamenti umani. Era in grado di camminare in posizione eretta, indossava le scarpe, mangiava col cucchiaio, beveva dal bicchiere e apriva le porte. Questa serie di azioni erano capacità che Donald non era ancora in grado di acquisire. In altre parole, lo sviluppo della scimmia Gua era più veloce rispetto a quello del bambino, in particolare per quanto riguardava le capacità motorie. Imparò anche a rispondere a 95 frasi come, ad esempio, “bacia Donald”, “fammi vedere il naso”, etc.


Per quanto lo scimpanzé dimostrò di aver appreso una gran parte degli atteggiamenti umani, non si poteva superare comunque il fatto che Gua fosse una scimmia. Infatti, verso la fine dell’esperimento, divenne evidente come Gua fosse rimasta indietro con l’apprendimento intellettuale. Il suo veloce apprendimento iniziale è dato dal fatto che una scimmia raggiunge la pubertà all’età di 4 anni, diversamente dall’umano che la raggiunge tra i 12 e i 14 anni. Tuttavia, il tentativo da parte dei Kellogg di insegnare l’uso della parola allo scimpanzé si dimostrò essere un vero fallimento.


Un fatto imprevisto, ha determinato la chiusura anticipata dell’esperimento

L’esperimento è stato bruscamente interrotto dai due scienziati, quando il figlio Donald ha iniziato ad esprimersi con i suoni gutturali di Gua.

Donald copiava per filo e per segno i gesti di Gua: iniziò a mordere, a grugnire quando aveva fame e a muoversi proprio come una scimmia.


Il 28 marzo 1932, nove mesi dopo l’inizio dei test, i coniugi Kellogg, hanno restituito il piccolo scimpanzé Gua, al Centro primati del Dr. Robert Mearns Yerkes in Florida, per concludere ufficialmente l’esperimento.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto, se vi va lasciate un like e un commento e fatemi sapere cosa ne pensate di questo articolo.


Al prossimo articolo, un bacio, Miriana.

PS: se vi va seguitemi su i miei canali social per rimanere aggiornati su tutto.

Ig: https://instagram.com/miccola21

Tik Tok: https://vm.tiktok.com/ZMLR7s66e/

7 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti